Palazzo delli Guanti

Manfredonia - Palazzo Delli Guanti
Manfredonia – Palazzo Delli Guanti

Tra i più originali del centro storico, presenta una soluzione architettonica a doppio ordine di forma tardo rinascimentale. Caratterizzato, su via San Lorenzo, nella parte centrale del corpo di fabbrica, da un elegante loggiato con volte a crociera sorrette da colonnine a forte effetto chiaroscurale, sovrastante una croce lignea che, stando alla tradizione locale, fu lasciata lì nel 1779 a seguito di un violentissimo temporale scoppiato improvvisamente durante una processione il cui scopo, dopo un lungo periodo di siccità, era quello di impetrare la pioggia.

Il prospetto su via de Florio è caratterizzato da mensole con balconi e ringhiere in ferro battuto che richiamano lo stile barocco. Si narra che l’edificio precedente all’attuale costruzione sia stato abitato dai Cavalieri Teutonici che avevano in commenda l’Abbazia di San Leonardo.

Sulla sommità della facciata, in asse con il portale d’ingresso, si può rilevare un semplice motivo ornamentale a volute che racchiude un’epigrafe latina che tradotta in italiano recita “per sé e per i suoi Ignazio della Guanti questa casa piccola e adatta fece erigere e completare A.D.1775”.

L’ultima discendente a dimorare nel palazzo fu Elisabetta deceduta nel 1965.